Isole Cicladi

Le Isole Cicladi sono le isole greche più conosciute e che tutti si aspettano nell'immaginario di Grecia, dalle costruzioni bianche e blu, le barche dei pescatori nei piccoli porti, magnifiche spiagge e le tante chiesette dalle cupole blu.

L’arcipelago delle Cicladi rappresenta la meta più famosa della Grecia. Basta nominare Santorini, Mykonos, Naxos, Paros, Milos, e Ios per avere già le isole greche più visitate dal turismo mondiale.

L’etimologia del nome Cicladi deriva da ἐν κύκλῳ, en kýklo, ovvero 'in cerchio’, perché le isole sono disposte intorno a Delos, l’isola sacra ad Apollo. Oggi Delos è un’intera area archeologica tutelata dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità (assolutamente da visitare!)

Tutte le località

Le isole che fanno parte delle Cicladi

Sono 19 le isole abitate appartenenti all'arcipelago delle Cicladi, alle quali si aggiungono piccole isole come Delos, l'isola "sacra" ricca d'arte e come detto patrimonio dell'umanita', o Polyaigos disabitata, con spiagge da sogno. Ognuna con il suo carattere, ognuna con le sue caratteristiche. Scopriamo quali sono e quale scegliere secondo la propria esigenza di vacanza.

Cicladi, la Grecia da cartolina

I panorami delle Cicladi corrispondono alla classica Grecia da cartolina: le tipiche casette bianche con le imposte blu, i mulini a vento, le bouganville dai colori accesi arrampicate sui candidi muri dei vicoli stretti e assolati, che di sera si animano di negozietti e deliziosi ristoranti, le cupole delle piccole chiese che spuntano sul profilo aspro delle colline.

Le isole dell’arcipelago vantano, inoltre, la maggiore concentrazione di spiagge più belle della Grecia.

Come raggiungere le Isole Cicladi

Raggiungere le Cicladi è piuttosto comodo e i collegamenti dall’Italia sono molti. Fanno eccezione le isole meno conosciute dal turismo di massa, per le quali esistono traghetti che le collegano ai porti principali, ma con una frequenza minore rispetto alle mete più gettonate soprattutto fuori stagione. Le Cicladi con aeroporto internazionale sono Mykonos e Santorini. Naxos, Milos, Paros, Syros, sono invece le isole raggiunte solo da voli nazionali provenienti principalmente da Atene, Salonicco, Creta. 

Quale isola scegliere

Ogni isola ha il suo particolare fascino e dare una lista delle Cicladi più belle, non crediamo sia il modo migliore per scegliere la tua prossima meta. Fare distinzioni nette sarebbe poco obiettivo, la nostra piccola guida prova a rispondere alla domanda “che tipo di vacanza stai organizzando?”

Ecco un primo sguardo sull’arcipelago. Potrai sempre approfondire le informazioni nelle schede sulla singola isola.

Mykonos è in assoluto l’isola più festaiola e in agosto è un vero delirio. Ios è ugualmente piena di locali e occasioni di divertimento, ma come Mykonos non ce n’è.

Santorini è l’isola più esclusiva di tutto l’arcipelago. La vista mozzafiato sull’Egeo che si gode da Oia è diventata, non a caso, l’icona della Grecia da cartolina.

Paros, con le sue spiagge dorate, è ugualmente molto viva e molto frequentata nella stagione estiva, insieme alla piccolissima Antiparos, appena di fronte.

Alla lista aggiungiamo l’incantevole Koufonissi, una delle Piccole Cicladi, che in agosto si riempie fino a scoppiare!  

Una vacanza per tutta la famiglia

Naxos, la più grande delle Cicladi si presta a soddisfare esigenze diverse. Ricca di aree archeologiche da visitare, ampio litorale sabbioso, spiagge famose per kitesurf e windsurf, lidi attrezzati, ma anche spiagge meno frequentate dove rilassarsi.

Syros, centro amministrativa delle Cicladi, è una piccola e tranquilla isola dove trovare una più autentica atmosfera greca, meno orientata al turismo di massa.

Tra natura e tradizione

Milos, dove fu rinvenuta la celebre Venere, è forse la più particolare isola delle Cicladi. Conosciuta  anche come l’isola dei colori, presenta spiagge con rocce e sabbia ora nera, ora rossa, ora bianca.

Se ami le immersioni, Amorgos è la tua isola. Resa popolare dal film di Luc Besson Le grand Blue (1988), Amorgos ti offre l’intensità aspra di questa parte di Grecia: terra brulla, mare da togliere il fiato. Il bianco monastero di Panagia Hozoviotissa, da sempre icona dell’isola, veglia dall’alto della collina.

Se siete in cerca di spiritualità, l’isola di Tinos è custode del Santuario della Panaghia Evanghelistría, dove si trova la sacra icona venerata in tutto il mondo ellenistico. Ancora oggi meta di pellegrinaggi.  Ogni anno folle di fedeli partecipano alle celebrazioni dedicate alla Madonna il 25 marzo e il 15 agosto.

Tra tutte le isole greche, le Cicladi sono in assoluto le più turistiche e dunque le più affollate in luglio e agosto. Giugno e settembre sono da preferire se volete prenotare un volo per le gettonate Mikonos o Santorini, per trovare un’atmosfera meno caotica rispetto ai periodi di alta stagione.