Penisola del Mani

Visitare la Penisola del Mani significa tuffarsi in una regione storica del Peloponneso, territorio aspro ricco di storia con un mare cristallino che si riflette dei suoi scogli che entrano a strapiombo nel mare.

Scegli il tuo angolo di Grecia

Isola

Continente

Cerchi solo destinazioni raggiungibili in aereo?

Si

Anche traghetti

Che tipo di vacanza cerchi?

Vacanza per famiglie

Viaggio Romantico

Movida notturna

Movida over 30

Mare, natura e relax

SUPERFICIE

308 Km²

AEROPORTO

No

PORTO

Patrasso, Igoumenitsa

COLLEGAMENTO PIU' VELOCE

traghetto

PRESIDIO SANITARIO

Guardia medica

PRESENZA TURISTICA

NIGHTLIFE UNDER 30

NIGHTLIFE OVER 30

SPIAGGE

Sabbia, ciottoli

SPIAGGE SERVIZI

Prevalentemente libere

SPIAGGE PER BAMBINI

Si

CAMPEGGIO ATTREZZATO

Si

NATURISMO

Si

PUNTI DI INTERESSE

Grotte Diros, castello di Passava, Torre Mourtzinos, Torre Tzannetakis,

ATTIVITA'

Diving Escursione Giro in barca Snorkeling Trekking Canoa Kayak 

Il Mani è la regione che occupa la penisola centrale del Peloponneso meridionale. Si tratta di un territorio aspro e selvaggio proprio come la sua gente, che si considera diretta discendente degli antichi spartani. Dalle ripide pendici degli innevati Monti del Taigeto alle incontaminate insenature costiere, e dai minuscoli borghi annidati tra gli uliveti solcati da sentieri escursionistici all'arido paesaggio della parte meridionale della penisola punteggiato di torri di pietra abbandonate, il Mani è uno dei più spettacolari e variegati territori di tutto il Peloponneso e in gran parte ancora meravigliosamente inesplorato. 

Il Mani viene generalmente suddiviso in Mani Messenico (esterno) e Mani Laconiano(interno). Il Mani Messenico inizia a sud-est di Kalamata e si estende verso sud tra la costa e i Monti del Taigeto, mentre il Mani Laconiano occupa il resto della penisola a sud di Itilo.

Il Mani Messenico

Il Mani Messenico si estende a nord di quello Laconiano, tra i Monti del Taigeto e la costa occidentale della Penisola del Mani. L'aspra linea costiera è interrotta da piccole insenature e spiagge, alle quali fanno da sfondo alte montagne, spesso incappucciate di neve fino a maggio inoltrato. Kardamyli offre le migliori opportunità della regione per fare camminate, ma anche la zona di Stoupa vanta bellissimi sentieri escursionistici. 

A Stoupa ci sono due spiagge principali. La grande mezzaluna di sabbia dorata, riparata dalle onde e principale meta del turismo familiare, e la più piccola Kalogria, lambita da acque più profonde e situata poco oltre il promontorio a nord della spiaggia principale. Con una passeggiata di soli 10 minuti da Kalogria si può raggiungere la pacifica Baia dei Delfini.

Il Mani Laconiano

Il paesaggio montuoso del Mani interno è caratterizzato dalla presenza di rocce grigie, chiazzate dal verde degli indomiti arbusti del sottobosco. Gli scarsi terreni coltivabili di questa regione non sono in grado di sostenere che qualche stentata pianta di ulivo e fico. L'alta costa frastagliata è un lungo susseguirsi di scogliere a picco sul mare e di promontori rocciosi, che nascondono piccole spiagge di ciottoli. Questo arido e selvaggio paesaggio è interrotto solo da imponenti torri di pietra, che ancora oggi si ergono a sentinella sull'intera regione.

Chiamata per lungo tempo dalla gente del posto Kakavoulia, ossia "Terra del consiglio maligno", questa regione molto affascinante, costituisce la meta ideale per i viaggiatori in auto che desiderano fare un'escursione fuori programma. In particolare, vi consigliamo di prendere in considerazione il circuito che segue la costa occidentale in direzione sud dalla cittadina principale, Aeropoli, deviando lungo strette vie fino a raggiungere villaggi deserti. 

Aeropoli, il capoluogo

Il capoluogo del Mani è Aeropoli e prende il nome da Ares, il dio della guerra. La sua piazza principale, Plateia Athanaton, è dominata dalla statua di Petros Mavromichalis, il patriota locale che nel 1821 fece scoppiare l'insurrezione contro i turchi. Gli stretti vicoli acciottolati che si intersecano introno a Plateia 17 Martiou celano suggestivi edifici manioti. Buona parte delle torri fortificate furono fatte costruire da Mavromichalis. 

Da non perdere in questa città la chiesa dei Taxiarhes, una chiesa settecentesca affiancata da un alto campanile a quattro piani che ne sottolinea la preminenza sugli altri edifici religiosi della città. C'è poi la chiesa di Agios Ioannis che costudicsce al suo interno una serie di affreschi ben conservati raffiguranti scene della vita di Gesù. infine la Torre Mavromichalis che sorge in una piccola piazza a sud-ovest di Plateia 17 Martiou. Un tempo era la più potente di tutte le torri cittadine, mentre oggi sta cadendo tristemente in rovina. 

Per spostarsi nella Penisola del Mani, è sicuramente consigliabile il noleggio auto, in quanto le distanze non sono brevi e non sempre gli autobus possono soddisfare per orari e punti collegabili. In alternativa, per gli amanti delle due ruote, è anche possibile spostarsi in moto tra le strade interne e panoramiche del Mani.

Noleggio auto nella Penisola del Mani

I noleggio auto nella Penisola del Mani non sono tantissimi, e per lo più sono concentrati nei villaggi di Voula e Kalamatas. Poi, a seconda di come raggiungi la Penisola del Mani, puoi decidere di noleggiare un'auto all'aeroporto di Atene o Kalamata, in modo da poter comodamente spostarti in maniera autonoma per tutta la vacanza, e riconsegnare la stessa in aeroporto prima del tuo ritorno.

Spostarsi in autobus lungo la penisola del Mani

Non c'è una gran rete interna di autobus che permetta di spostarsi per le spiagge e i villaggi della Penisola del Mani. Le fermate degli autobus, della compagnia KTEL, sono nei principali villaggi come Gerolimenas, Kardamyli, Stoupa e Areopoli. Qui trovate info sui bus della Messenia oppure gli autobus della Laconia, sempre della compagnia Ktel, con orari e località raggiungibili.   

Borghi medievali arroccati sulle cime delle montagne e paesaggi selvaggi e rocciosi. Se andate nella penisola del Mani tenete sicuramente presente di aver scelto una vacanza all'insegna della tranquillità con una costante, quella di essere sempre in viaggio alla ricerca e alla scoperta della storia e del patrimonio di questa terra ellenica. Le spiagge del mani non sono molte ma quelle poche sono straordinarie, specie Skoutari e Mavrovouni del Golfo Laconico.

Spiaggia di Skoutari

Situata nella parte occidentale del Mani, sul lato est della penisola, si trova la spiaggia Skoutari. Sabbia dorata con acqua trasparente, spiaggia abbastanza grande per stare tranquilli, ambiente familiare. Sulla spiaggia ci sono alcune taverne, dove bere e volendo mangiare qualcosa. Bella anche la chiesetta greco-ortodossa presente praticamente a ridosso della spiaggia. Parcheggio comodo.

Spiaggia di Mavrovouni

La spiaggia più famosa di Gythio è Mavrovouni, situata a circa 2 km a sud della città, proprio sotto il villaggio di Mavrovouni. La spiaggia di Mavrovouni si estende per oltre 6 km ed è la più grande intorno a Gythio. È sabbiosa e presenta piccoli ciottoli sul fondo del mare. Diventa più vivace in estate ma, grazie alle sue dimensioni, non è mai sovraffollata. La spiaggia di Mavrovouni offre alcune attività di intrattenimento, come il windsurf. Il momento perfetto per praticare il windsurf è il pomeriggio, quando il vento soffia più forte. Inoltre, offre un ambiente adeguato alle tartarughe marine caretta-caretta, specie in via di estinzione, per deporre le loro uova. I loro nidi sono protetti da Archelon, una società greca per la protezione della tartaruga marina.

Spiaggia di Marmari

Spiaggia di sabbia bellissima orientata a sud-ovest, luogo ideale per godersi il tramonto. Proprio sopra la spiaggia c’è un bar ristorante a picco sul mare che affitta alcune camere. Anche durante l’alta stagione i turisti solitamente sono pochi turisti e la spiaggia quasi deserta

Spiaggia di Stoupa

Stoupa vanta due spiagge di sabbia a forma di mezzaluna, una rarità nel Peloponneso dove la maggior parte delle spiagge sono rocciose. Piccoli ristoranti e caffè fiancheggiano la strada della spiaggia principale e, sopra la collina, la spiaggia di Kalogria ha il suo fedele seguito. Mentre le spiagge sono affollate in estate, la vita rallenta considerevolmente durante la bassa stagione. Ci sono molti sentieri ben segnalati intorno a Stoupa, da quelli facili a quelli difficili. In quest'ultima categoria inseriamo la camminata fino alla gola del Viros. 

Spiaggia di Agios Nikolaos

Una piccola spiaggia di ghiaia vicino a Stoupa. La spiaggia principale (Pantazi) si trova circa un chilometro più a sud, a circa 10-15 minuti a piedi. Altre opportunità di nuoto sono nella baia più piccola di Voulimeneas o nella piattaforma di nuoto naturale, nota come Gnospi, ideale per lo snorkeling.

La cultura della penisola del Mani è affascinante ma ci sono luoghi che dovete assolutamente visitare durante il vostro viaggio in questa zona del Peloponneso. Dal pittoresco villaggio di Vatheia, alle grotte di Diros fino al punto più meridionale del Mani, a Capo Tenaro, per poi camminare lungo la gola di Viros e terminare tra le chiese medievali e il castello di Mystras. Dalle gole profonde alle città-castello, la penisola del Mani può sicuramente soddisfare il gusto del viaggiatore più esigente. Sicuramente un'avventuroso angolo della Grecia. 

Il villaggio di Vatheia

Situato nella regione sud-orientale della Laconia, Vatheia è un piccolo villaggio tradizionale che appartiene al comune di Oitylo . Già noto dal XVI secolo, Vatheia è costruito sulla cima di una collina che sovrintende al passaggio marittimo di Capo Tenaro. Il villaggio è dominato dalle tipiche case-torri Maniot appartenenti a diverse famiglie del villaggio. Oggi il piccolo villaggio ha meno di 30 persone in totale, ma è ben protetto per la sua sorprendente architettura come punto di riferimento storico. Mentre sei lì, non perdere l'occasione di girovagare per i vicoli di ciottoli ed esplorare l'architettura che caratterizza la zona. Alcune delle case-torri del villaggio sono state restaurate, il che ti dà una bella immagine della forma e della funzione di quelle strutture.

Villaggio di Kardamili

Kardamili è un insediamento tradizionale che appartiene alla parte di Mani Messene. Fino alla regione settentrionale di Mani, Kardamili è costruita vicino al mare, sulle rive del Golfo di Messenia. Negli anni passati, il villaggio era noto come la città di Kardamili ed era un centro urbano abbastanza importante della regione. La storia della città risale ai tempi antichi ma soprattutto durante il 18 ° e 19 ° secolo, la città conobbe davvero il suo apice. Potete visitare la storica Torre di Mourtzinos, una struttura del 17° secolo che delinea finemente l'architettura locale. Un tempo era un complesso che fungeva da un santuario fortificato, casa lussuosa e un centro di produzzione di beni locali. Nel 1967, gli eredi della torre decisero di cederla allo Stato a condizione di convertirla in museo.

Le Grotte di Diros

Situate vicino alla città di Areopolis, il complesso di grotte di Diros è uno dei monumenti naturali conosciuti in tutto il mondo e da non perdere. L'ingresso è vicino al mare. Le grotte erano chiamate dalla popolazione locale "tana della volpe ". Nel 1949, l'Organizzazione Speleologica della Grecia decise di esplorare questo complesso di grotte, scoprendo le loro reali dimensioni. Oggi è noto che le grotte si estendono per oltre 15 km sotto terra e hanno una profondità massima (finora nota) di 100 metri. È sicuramente uno dei monumenti naturali più impressionanti che si possano visitare in Grecia e in Europa. La ricerca all'interno delle grotte ha rinvenuto numerose specie di mammiferi preistorici. Una vasta collezione di resti dell'ippopotamo europeo ormai estinto (Ippopotamo Antiquus ) e ceramiche che indicano la presenza umana. 

Capo Tenaro

Capo Tenaro è il punto più meridionale del Mani e anche dell'Europa Continentale. Un luogo considerato sacro fin dai tempi antichi. La gente credeva che questa fosse uno degli ingressi agli Inferi. Nella mitologia greca una caverna qui situata era la casa di Ade. Gli Spartani costruirono in questo luogo diversi templi dedicati a vari dei. Un tempio dedicato a Poseidone e situato proprio sopra la caverna, di cui oggi restano alcune rovine, fu trasformato in chiesa cristiana dai Bizantini ed è in uso ancora oggi. Anche le antiche feste e riti divennero quindi cristiani. In mare aperto, a pochi chilometri da Capo Tenaro, si svolsero molte battaglie moderne, come la Battaglia di Capo Matapan nella seconda guerra mondiale tra la marina italiana britannica.

La gola di Viros

Scolpita da un fiume che sorge sul monte di Profitis Ilias, la gola di Viros termina verso il mare vicino alla città di Kardamili. Storicamente, questa gola collegava l'antica città di Sparta al suo porto, Kardamili, nel Golfo di Messenia. Se decidete di iniziare un'esperienza di trekking attraverso la gola del Viros, tenete presente che dovete percorrere 11 chilometri faticosi e raggiungere la massima altitudine di 600 metri. Per attraversarla, avrete bisogno di almeno 4 ore ma prima di farlo assicuratevi di essere ben attrezzati con acqua e una mappa o guida affidabile. Sulla vostra strada, avrete la possibilità di vedere la natura messeniana al suo meglio con ulivi secolari, cipressi alti e pini ombrosi. Non perdete l'occasione di fare piccole soste nelle numerose chiese e in alcuni monasteri abbandonati costruiti nella gola. Tenete presente che, nonostante il fatto che oggi la regione sembri remota, è stata per molti secoli la connessione tra Messene e Lakonia.

Sono tantissime le soluzioni di alloggi e hotel nella penisola del mani. Dagli hotel boutique alle suite eleganti fino alle sofisticate ville e alle case all'avanguardia, c'è davvero soluzione per tutti i gusti e per tutte le tasche. inoltre in generale il Peloponneso non essendo molto turistico è a buon mercato sotto tutti i punti di vista. Proponiamo alcuni dei più prestigiosi hotel nel Mani.

Dove dormire nella Penisola del Mani

Ospitato in un complesso di edifici del XIX secolo completamente restaurati si trova uno degli Hotel più rinomati della penisola del Mani situato appena fuori dalla punta meridionale. Le sue camere si affacciano nel mare cristallino e combinano l'architettura tradizionale con i più moderni comfort. Ben attrezzato con 22 camere da letto, tutte diverse tra loro, questo boutique hotel accende l'immaginazione per un tuffo nel passato.

Su una scogliera che domina la punta più meridionale del Mani si trova invece una torre di pietra di guardia del primo Ottocento che vanta splendide viste panoramiche sul pendio più a sud del monte Taygetos e sull'azzurro infinito del mare. Uno dei boutique hotel più belli della regione con sole tre camere vintage che offrono la singolare e unica esperienza di soggiornare in una torre, con le sue tradizionali scale strette in legno.

Nella città dei Nicliani si erge un esclusivo hotel boutique situato in un antico monumento nell'Alta Koita. Koita è uno dei più antichi villaggi di Mani, ben noto per le sue case a torre costruite da famiglie combattenti. Con solo 5 lussuose camere offre sistemazioni con comfort moderni in uno spettacolare scenario storico. 

Nella posizione più strategica, nell'inesauribile bellezza naturale di Limeni, fa da padrone un delizioso hotel boutique orgogliosamente al centro dello storico porto, offrendo ai suoi visitatori una combinazione di lusso contemporaneo con l'estetica tradizionale di Mani. L'hotel offre 6 camere esclusive, tutte con vista sulla pittoresca baia e sul villaggio di Limeni.

Situato invece nel mezzo della penisola del Mani, un affascinante Hotel & Spa che si estende sopra le calme acque del golfo di Oitylo, ai piedi rocciosi della parte sud del monte Taygetus, vi attende con ben 23 camere e suite completamente attrezzate e splendidamente decorate. Di alta qualità ed eleganza l'hotel si rivolge a ospiti sofisticati che cercano lusso e comfort discreti, offrendo servizi di prestigio, esclusivi e personalizzati.

 

Il Mani è la regione che occupa la penisola centrale del Peloponneso meridionale. Si tratta di un territorio aspro e selvaggio proprio come la sua gente, che si considera diretta discendente degli antichi spartani. Dalle ripide pendici degli innevati Monti del Taigeto alle incontaminate insenature costiere, e dai minuscoli borghi annidati tra gli uliveti solcati da sentieri escursionistici all'arido paesaggio della parte meridionale della penisola punteggiato di torri di pietra abbandonate, il Mani è uno dei più spettacolari e variegati territori di tutto il Peloponneso e in gran parte ancora meravigliosamente inesplorato. 

Il Mani viene generalmente suddiviso in Mani Messenico (esterno) e Mani Laconiano(interno). Il Mani Messenico inizia a sud-est di Kalamata e si estende verso sud tra la costa e i Monti del Taigeto, mentre il Mani Laconiano occupa il resto della penisola a sud di Itilo.

Il Mani Messenico

Il Mani Messenico si estende a nord di quello Laconiano, tra i Monti del Taigeto e la costa occidentale della Penisola del Mani. L'aspra linea costiera è interrotta da piccole insenature e spiagge, alle quali fanno da sfondo alte montagne, spesso incappucciate di neve fino a maggio inoltrato. Kardamyli offre le migliori opportunità della regione per fare camminate, ma anche la zona di Stoupa vanta bellissimi sentieri escursionistici. 

A Stoupa ci sono due spiagge principali. La grande mezzaluna di sabbia dorata, riparata dalle onde e principale meta del turismo familiare, e la più piccola Kalogria, lambita da acque più profonde e situata poco oltre il promontorio a nord della spiaggia principale. Con una passeggiata di soli 10 minuti da Kalogria si può raggiungere la pacifica Baia dei Delfini.

Il Mani Laconiano

Il paesaggio montuoso del Mani interno è caratterizzato dalla presenza di rocce grigie, chiazzate dal verde degli indomiti arbusti del sottobosco. Gli scarsi terreni coltivabili di questa regione non sono in grado di sostenere che qualche stentata pianta di ulivo e fico. L'alta costa frastagliata è un lungo susseguirsi di scogliere a picco sul mare e di promontori rocciosi, che nascondono piccole spiagge di ciottoli. Questo arido e selvaggio paesaggio è interrotto solo da imponenti torri di pietra, che ancora oggi si ergono a sentinella sull'intera regione.

Chiamata per lungo tempo dalla gente del posto Kakavoulia, ossia "Terra del consiglio maligno", questa regione molto affascinante, costituisce la meta ideale per i viaggiatori in auto che desiderano fare un'escursione fuori programma. In particolare, vi consigliamo di prendere in considerazione il circuito che segue la costa occidentale in direzione sud dalla cittadina principale, Aeropoli, deviando lungo strette vie fino a raggiungere villaggi deserti. 

Aeropoli, il capoluogo

Il capoluogo del Mani è Aeropoli e prende il nome da Ares, il dio della guerra. La sua piazza principale, Plateia Athanaton, è dominata dalla statua di Petros Mavromichalis, il patriota locale che nel 1821 fece scoppiare l'insurrezione contro i turchi. Gli stretti vicoli acciottolati che si intersecano introno a Plateia 17 Martiou celano suggestivi edifici manioti. Buona parte delle torri fortificate furono fatte costruire da Mavromichalis. 

Da non perdere in questa città la chiesa dei Taxiarhes, una chiesa settecentesca affiancata da un alto campanile a quattro piani che ne sottolinea la preminenza sugli altri edifici religiosi della città. C'è poi la chiesa di Agios Ioannis che costudicsce al suo interno una serie di affreschi ben conservati raffiguranti scene della vita di Gesù. infine la Torre Mavromichalis che sorge in una piccola piazza a sud-ovest di Plateia 17 Martiou. Un tempo era la più potente di tutte le torri cittadine, mentre oggi sta cadendo tristemente in rovina. 

Borghi medievali arroccati sulle cime delle montagne e paesaggi selvaggi e rocciosi. Se andate nella penisola del Mani tenete sicuramente presente di aver scelto una vacanza all'insegna della tranquillità con una costante, quella di essere sempre in viaggio alla ricerca e alla scoperta della storia e del patrimonio di questa terra ellenica. Le spiagge del mani non sono molte ma quelle poche sono straordinarie, specie Skoutari e Mavrovouni del Golfo Laconico.

Spiaggia di Skoutari

Situata nella parte occidentale del Mani, sul lato est della penisola, si trova la spiaggia Skoutari. Sabbia dorata con acqua trasparente, spiaggia abbastanza grande per stare tranquilli, ambiente familiare. Sulla spiaggia ci sono alcune taverne, dove bere e volendo mangiare qualcosa. Bella anche la chiesetta greco-ortodossa presente praticamente a ridosso della spiaggia. Parcheggio comodo.

Spiaggia di Mavrovouni

La spiaggia più famosa di Gythio è Mavrovouni, situata a circa 2 km a sud della città, proprio sotto il villaggio di Mavrovouni. La spiaggia di Mavrovouni si estende per oltre 6 km ed è la più grande intorno a Gythio. È sabbiosa e presenta piccoli ciottoli sul fondo del mare. Diventa più vivace in estate ma, grazie alle sue dimensioni, non è mai sovraffollata. La spiaggia di Mavrovouni offre alcune attività di intrattenimento, come il windsurf. Il momento perfetto per praticare il windsurf è il pomeriggio, quando il vento soffia più forte. Inoltre, offre un ambiente adeguato alle tartarughe marine caretta-caretta, specie in via di estinzione, per deporre le loro uova. I loro nidi sono protetti da Archelon, una società greca per la protezione della tartaruga marina.

Spiaggia di Marmari

Spiaggia di sabbia bellissima orientata a sud-ovest, luogo ideale per godersi il tramonto. Proprio sopra la spiaggia c’è un bar ristorante a picco sul mare che affitta alcune camere. Anche durante l’alta stagione i turisti solitamente sono pochi turisti e la spiaggia quasi deserta

Spiaggia di Stoupa

Stoupa vanta due spiagge di sabbia a forma di mezzaluna, una rarità nel Peloponneso dove la maggior parte delle spiagge sono rocciose. Piccoli ristoranti e caffè fiancheggiano la strada della spiaggia principale e, sopra la collina, la spiaggia di Kalogria ha il suo fedele seguito. Mentre le spiagge sono affollate in estate, la vita rallenta considerevolmente durante la bassa stagione. Ci sono molti sentieri ben segnalati intorno a Stoupa, da quelli facili a quelli difficili. In quest'ultima categoria inseriamo la camminata fino alla gola del Viros. 

Spiaggia di Agios Nikolaos

Una piccola spiaggia di ghiaia vicino a Stoupa. La spiaggia principale (Pantazi) si trova circa un chilometro più a sud, a circa 10-15 minuti a piedi. Altre opportunità di nuoto sono nella baia più piccola di Voulimeneas o nella piattaforma di nuoto naturale, nota come Gnospi, ideale per lo snorkeling.

La cultura della penisola del Mani è affascinante ma ci sono luoghi che dovete assolutamente visitare durante il vostro viaggio in questa zona del Peloponneso. Dal pittoresco villaggio di Vatheia, alle grotte di Diros fino al punto più meridionale del Mani, a Capo Tenaro, per poi camminare lungo la gola di Viros e terminare tra le chiese medievali e il castello di Mystras. Dalle gole profonde alle città-castello, la penisola del Mani può sicuramente soddisfare il gusto del viaggiatore più esigente. Sicuramente un'avventuroso angolo della Grecia. 

Il villaggio di Vatheia

Situato nella regione sud-orientale della Laconia, Vatheia è un piccolo villaggio tradizionale che appartiene al comune di Oitylo . Già noto dal XVI secolo, Vatheia è costruito sulla cima di una collina che sovrintende al passaggio marittimo di Capo Tenaro. Il villaggio è dominato dalle tipiche case-torri Maniot appartenenti a diverse famiglie del villaggio. Oggi il piccolo villaggio ha meno di 30 persone in totale, ma è ben protetto per la sua sorprendente architettura come punto di riferimento storico. Mentre sei lì, non perdere l'occasione di girovagare per i vicoli di ciottoli ed esplorare l'architettura che caratterizza la zona. Alcune delle case-torri del villaggio sono state restaurate, il che ti dà una bella immagine della forma e della funzione di quelle strutture.

Villaggio di Kardamili

Kardamili è un insediamento tradizionale che appartiene alla parte di Mani Messene. Fino alla regione settentrionale di Mani, Kardamili è costruita vicino al mare, sulle rive del Golfo di Messenia. Negli anni passati, il villaggio era noto come la città di Kardamili ed era un centro urbano abbastanza importante della regione. La storia della città risale ai tempi antichi ma soprattutto durante il 18 ° e 19 ° secolo, la città conobbe davvero il suo apice. Potete visitare la storica Torre di Mourtzinos, una struttura del 17° secolo che delinea finemente l'architettura locale. Un tempo era un complesso che fungeva da un santuario fortificato, casa lussuosa e un centro di produzzione di beni locali. Nel 1967, gli eredi della torre decisero di cederla allo Stato a condizione di convertirla in museo.

Le Grotte di Diros

Situate vicino alla città di Areopolis, il complesso di grotte di Diros è uno dei monumenti naturali conosciuti in tutto il mondo e da non perdere. L'ingresso è vicino al mare. Le grotte erano chiamate dalla popolazione locale "tana della volpe ". Nel 1949, l'Organizzazione Speleologica della Grecia decise di esplorare questo complesso di grotte, scoprendo le loro reali dimensioni. Oggi è noto che le grotte si estendono per oltre 15 km sotto terra e hanno una profondità massima (finora nota) di 100 metri. È sicuramente uno dei monumenti naturali più impressionanti che si possano visitare in Grecia e in Europa. La ricerca all'interno delle grotte ha rinvenuto numerose specie di mammiferi preistorici. Una vasta collezione di resti dell'ippopotamo europeo ormai estinto (Ippopotamo Antiquus ) e ceramiche che indicano la presenza umana. 

Capo Tenaro

Capo Tenaro è il punto più meridionale del Mani e anche dell'Europa Continentale. Un luogo considerato sacro fin dai tempi antichi. La gente credeva che questa fosse uno degli ingressi agli Inferi. Nella mitologia greca una caverna qui situata era la casa di Ade. Gli Spartani costruirono in questo luogo diversi templi dedicati a vari dei. Un tempio dedicato a Poseidone e situato proprio sopra la caverna, di cui oggi restano alcune rovine, fu trasformato in chiesa cristiana dai Bizantini ed è in uso ancora oggi. Anche le antiche feste e riti divennero quindi cristiani. In mare aperto, a pochi chilometri da Capo Tenaro, si svolsero molte battaglie moderne, come la Battaglia di Capo Matapan nella seconda guerra mondiale tra la marina italiana britannica.

La gola di Viros

Scolpita da un fiume che sorge sul monte di Profitis Ilias, la gola di Viros termina verso il mare vicino alla città di Kardamili. Storicamente, questa gola collegava l'antica città di Sparta al suo porto, Kardamili, nel Golfo di Messenia. Se decidete di iniziare un'esperienza di trekking attraverso la gola del Viros, tenete presente che dovete percorrere 11 chilometri faticosi e raggiungere la massima altitudine di 600 metri. Per attraversarla, avrete bisogno di almeno 4 ore ma prima di farlo assicuratevi di essere ben attrezzati con acqua e una mappa o guida affidabile. Sulla vostra strada, avrete la possibilità di vedere la natura messeniana al suo meglio con ulivi secolari, cipressi alti e pini ombrosi. Non perdete l'occasione di fare piccole soste nelle numerose chiese e in alcuni monasteri abbandonati costruiti nella gola. Tenete presente che, nonostante il fatto che oggi la regione sembri remota, è stata per molti secoli la connessione tra Messene e Lakonia.

Per spostarsi nella Penisola del Mani, è sicuramente consigliabile il noleggio auto, in quanto le distanze non sono brevi e non sempre gli autobus possono soddisfare per orari e punti collegabili. In alternativa, per gli amanti delle due ruote, è anche possibile spostarsi in moto tra le strade interne e panoramiche del Mani.

Noleggio auto nella Penisola del Mani

I noleggio auto nella Penisola del Mani non sono tantissimi, e per lo più sono concentrati nei villaggi di Voula e Kalamatas. Poi, a seconda di come raggiungi la Penisola del Mani, puoi decidere di noleggiare un'auto all'aeroporto di Atene o Kalamata, in modo da poter comodamente spostarti in maniera autonoma per tutta la vacanza, e riconsegnare la stessa in aeroporto prima del tuo ritorno.

Spostarsi in autobus lungo la penisola del Mani

Non c'è una gran rete interna di autobus che permetta di spostarsi per le spiagge e i villaggi della Penisola del Mani. Le fermate degli autobus, della compagnia KTEL, sono nei principali villaggi come Gerolimenas, Kardamyli, Stoupa e Areopoli. Qui trovate info sui bus della Messenia oppure gli autobus della Laconia, sempre della compagnia Ktel, con orari e località raggiungibili.   

Sono tantissime le soluzioni di alloggi e hotel nella penisola del mani. Dagli hotel boutique alle suite eleganti fino alle sofisticate ville e alle case all'avanguardia, c'è davvero soluzione per tutti i gusti e per tutte le tasche. inoltre in generale il Peloponneso non essendo molto turistico è a buon mercato sotto tutti i punti di vista. Proponiamo alcuni dei più prestigiosi hotel nel Mani.

Dove dormire nella Penisola del Mani

Ospitato in un complesso di edifici del XIX secolo completamente restaurati si trova uno degli Hotel più rinomati della penisola del Mani situato appena fuori dalla punta meridionale. Le sue camere si affacciano nel mare cristallino e combinano l'architettura tradizionale con i più moderni comfort. Ben attrezzato con 22 camere da letto, tutte diverse tra loro, questo boutique hotel accende l'immaginazione per un tuffo nel passato.

Su una scogliera che domina la punta più meridionale del Mani si trova invece una torre di pietra di guardia del primo Ottocento che vanta splendide viste panoramiche sul pendio più a sud del monte Taygetos e sull'azzurro infinito del mare. Uno dei boutique hotel più belli della regione con sole tre camere vintage che offrono la singolare e unica esperienza di soggiornare in una torre, con le sue tradizionali scale strette in legno.

Nella città dei Nicliani si erge un esclusivo hotel boutique situato in un antico monumento nell'Alta Koita. Koita è uno dei più antichi villaggi di Mani, ben noto per le sue case a torre costruite da famiglie combattenti. Con solo 5 lussuose camere offre sistemazioni con comfort moderni in uno spettacolare scenario storico. 

Nella posizione più strategica, nell'inesauribile bellezza naturale di Limeni, fa da padrone un delizioso hotel boutique orgogliosamente al centro dello storico porto, offrendo ai suoi visitatori una combinazione di lusso contemporaneo con l'estetica tradizionale di Mani. L'hotel offre 6 camere esclusive, tutte con vista sulla pittoresca baia e sul villaggio di Limeni.

Situato invece nel mezzo della penisola del Mani, un affascinante Hotel & Spa che si estende sopra le calme acque del golfo di Oitylo, ai piedi rocciosi della parte sud del monte Taygetus, vi attende con ben 23 camere e suite completamente attrezzate e splendidamente decorate. Di alta qualità ed eleganza l'hotel si rivolge a ospiti sofisticati che cercano lusso e comfort discreti, offrendo servizi di prestigio, esclusivi e personalizzati.

 

Sono tantissime le soluzioni di alloggi e hotel nella penisola del mani. Dagli hotel boutique alle suite eleganti fino alle sofisticate ville e alle case all'avanguardia, c'è davvero soluzione per tutti i gusti e per tutte le tasche. inoltre in generale il Peloponneso non essendo molto turistico è a buon mercato sotto tutti i punti di vista. Proponiamo alcuni dei più prestigiosi hotel nel Mani.

Dove dormire nella Penisola del Mani

Ospitato in un complesso di edifici del XIX secolo completamente restaurati si trova uno degli Hotel più rinomati della penisola del Mani situato appena fuori dalla punta meridionale. Le sue camere si affacciano nel mare cristallino e combinano l'architettura tradizionale con i più moderni comfort. Ben attrezzato con 22 camere da letto, tutte diverse tra loro, questo boutique hotel accende l'immaginazione per un tuffo nel passato.

Su una scogliera che domina la punta più meridionale del Mani si trova invece una torre di pietra di guardia del primo Ottocento che vanta splendide viste panoramiche sul pendio più a sud del monte Taygetos e sull'azzurro infinito del mare. Uno dei boutique hotel più belli della regione con sole tre camere vintage che offrono la singolare e unica esperienza di soggiornare in una torre, con le sue tradizionali scale strette in legno.

Nella città dei Nicliani si erge un esclusivo hotel boutique situato in un antico monumento nell'Alta Koita. Koita è uno dei più antichi villaggi di Mani, ben noto per le sue case a torre costruite da famiglie combattenti. Con solo 5 lussuose camere offre sistemazioni con comfort moderni in uno spettacolare scenario storico. 

Nella posizione più strategica, nell'inesauribile bellezza naturale di Limeni, fa da padrone un delizioso hotel boutique orgogliosamente al centro dello storico porto, offrendo ai suoi visitatori una combinazione di lusso contemporaneo con l'estetica tradizionale di Mani. L'hotel offre 6 camere esclusive, tutte con vista sulla pittoresca baia e sul villaggio di Limeni.

Situato invece nel mezzo della penisola del Mani, un affascinante Hotel & Spa che si estende sopra le calme acque del golfo di Oitylo, ai piedi rocciosi della parte sud del monte Taygetus, vi attende con ben 23 camere e suite completamente attrezzate e splendidamente decorate. Di alta qualità ed eleganza l'hotel si rivolge a ospiti sofisticati che cercano lusso e comfort discreti, offrendo servizi di prestigio, esclusivi e personalizzati.

 

Scegli il tuo angolo di Grecia

Isola

Continente

Cerchi solo destinazioni raggiungibili in Aereo?

Si

Anche traghetti

Che tipo di vacanza cerchi?

Vacanza per famiglie

Viaggio romantico

Movida notturna

Movida over 30

Mare, natura, relax